Chirurgia plastica, medicina estetica e vulnologia

Trattamenti plastico-ricostruttivi a seguito di traumi, patologie vascolari o infezioni. Trattamenti rigenerativi per combattere l’invecchiamento e gli inestetismi con derivati del sangue e del tessuto adiposo in associazione ad elettromedicali. Grazie a specifiche metodiche è possibile intervenire nel trattamento dei tessuti danneggiati, di ferite difficili, ulcere e piede diabetico.

PLASTICA RIGENERATIVA

Le ferite difficili sono ferite acute e croniche che stentano a guarire spontaneamente anche a seguito ad una medicazione avanzata. Solitamente ciò è dovuto a problematiche di varia natura come traumi, complicanze chirurgiche, infezioni locali, patologie vascolari venose e/o arteriose, malattie immunitarie o croniche quali il diabete. La medicina rigenerativa, sfruttando la capacità biologica delle proprie cellule di invertire i processi degenerativi per avviare un percorso di autorigenerazione dei tessuti danneggiati, diventa uno strumento fondamentale in grado di cambiare la qualità della vita di chi è afflitto da lesioni croniche. In determinati casi, la guarigione di un’ulcera può salvare un arto da un’amputazione.

MEDICINA ESTETICA

La medicina estetica è una branca medica con lo scopo esclusivo di cosmesi, cioè di trattare le forme, ma non le funzioni. Le tecniche adoperate hanno in comune una minima invasività e le più comuni sono: trattamento dell’alopecie, liposcultura, lipofilling e antiaging.

VULNOLOGIA

Le ferite difficili sono ferite croniche che stentano a guarire spontaneamente anche quando correttamente trattate. Di solito esse sono la complicazione di malattie vascolari (patologie venose, arteriose o miste), di malattie immunitarie o del diabete. Il danno vascolare e microvascolare che si produce in queste malattie può rendere difficile la guarigione delle ulcere proprio perché va a colpire la circolazione nutrizionale della cute. Inoltre le ulcere possono infettarsi e l’infezione, specie se causata da batteri resistenti agli antibiotici, è un ulteriore fattore di rallentamento della guarigione. Infine una caratteristica di molte ulcere è la comparsa di dolore che può essere molto forte. In alcuni casi, fortunatamente una minoranza, l’ulcera non solo non guarisce ma può portare all’amputazione dell’arto.

Hai qualche dubbio o curiosità?

Compila il form a lato con le informazioni richieste.





CONSENSO alla COMUNICAZIONE COMMERCIALE
 
[recaptcha]