Il diabete grave e il piede diabetico

Per le persone affette da diabete, avere troppo glucosio nel sangue per lungo tempo può causare gravi complicazioni, primi fra tutti problemi a pelle e piedi, poi malattie cardiache, ictus, malattie renali, danni agli occhi e altri problemi.

Il diabete può danneggiare i nervi (neuropatia diabetica) e influire sul flusso sanguigno (malattia vascolare periferica). Quando si danneggiano i nervi delle gambe e dei piedi si perde sensibilità, quindi diminuiscono le sensazioni di caldo, freddo o dolore. A causa di una sensibilità ridotta non si sentono tagli o ferite al piede che può peggiorare e infettarsi. Il diabete influisce poi sul flusso di sangue senza il quale ulcere, ferite e tagli rimarginano molto più lentamente. Le zone che risentono maggiormente di un flusso sanguigno ridotto sono quelle periferiche, piedi, braccia e gambe.

 

Quali sono le complicazioni del piede diabetico?

Per le persone con diabete, i comuni problemi del piede possono portare a infezioni e complicazioni anche gravi. Funghi, unghie incarnite, calli, vesciche, pelle secca, possono trasformarsi in qualcosa di davvero difficile da gestire.

Le ulcere del piede diabetico possono iniziare banalmente. Per un paio di scarpe strette, o per lo sfregamento dovuto ad una lunga camminata. Il problema è però complicato dalla perdita della sensibilità. Il 10% delle persone con diabete finirà con l’ulcera del piede. L’aggravarsi può portare fino all’amputazione del piede e in oltre il 50% dei casi all’intervento chirurgico.

Per curare questo tipo di patologia il medico rimuove il tessuto non sano dalla ferita. Dopo questa operazione il meccanismo di guarigione naturale del corpo riparte a pieno regime. Il medico applicherà quindi una medicazione alla ferita, che dovrà essere cambiata regolarmente. Nell’intervenire sul piede diabetico si rivelerà particolarmente utile l’utilizzo di tecnologie rigenerative.

 

Visite ambulatoriali

Prenota una visita con i nostri specialisti.