Problema artrosi: medicina rigenerativa soluzione d’eccellenza

L’artrosi è una patologia degenerativa cronica, colpisce le articolazioni ed è caratterizzata da un progressivo deterioramento della cartilagine. Il primo sintomo dell’artrosi è il dolore che in una prima fase può essere più o meno forte, ma col passare del tempo diventa costante e molto fastidioso. Le cause dell’artrosi possono essere svariate: genetiche, fattori ambientali e la condizione fisica (l’obesità è una possibile causa di artrosi). Altre cause, di natura secondaria, possono essere:

  • Attività sportiva pesante e costante
  • Fratture pregresse
  • Deformazioni delle ossa
  • Diabete

Il rischio di artrosi aumenta con l’età e può interessare tutte le articolazioni, ma quelle che vengono colpite con maggior frequenza sono la spalla, la colonna vertebrale, l’anca, le ginocchia e le mani.

 

COME VIENE TRATTATA?

 

Il trattamento dipende della gravità della patologia. Si può ricorrere a terapie volte a ridurre la contrattura, attraverso trattamenti di fisioterapia o massoterapia. Per alleviare i sintomi di dolore e rigidità vengono utilizzati farmaci antinfiammatori e analgesici oppure si ricorre a infiltrazioni di cortisone o anestetici. Molto utilizzato è l’acido ialuronico, che ripristina l’articolazione, la lubrifica e protegge la cartilagine.

Nel caso in cui queste soluzioni non siano efficaci si deve ricorrere alla chirurgia protesica con la sostituzione dell’articolazione o parte di essa.

 

COME ENTRA IN GIOCO LA MEDICINA RIGENERATIVA?

 

L’utilizzo a uso topico dei trattamenti tramite infiltrazione ha portato a risultati differenti, a seconda dei casi. Spesso i benefici sul dolore si hanno solo per un periodo limitato. L’intervento chirurgico, se effettuato in giovane età, può non essere definitivo con il rischio di un deterioramento nel tempo della protesi stessa.

Questo ha creato il recente interesse per la medicina rigenerativa in relazione al trattamento e alla rigenerazione della cartilagine.

Il grasso corporeo è una fonte unica di cellule staminali dall’alto potenziale rigenerativo. Queste cellule stimolano la produzione di cartilagine, migliorano la lubrificazione intra-articolare, e hanno un effetto antinfiammatorio.

La tecnica sfrutta le proprietà rigenerative di particolari cellule presenti nel tessuto adiposo, estratto dall’addome e purificato dagli emocomponenti superflui, mantenendo tuttavia intatte le unità funzionali delle cellule staminali ad alto potenziale rigenerativo. La soluzione purificata è reiniettata, tramite normale infiltrazione, fra le articolazioni così da stimolare il processo rigenerativo.

 

L’effetto rigenerativo avviene nei sei mesi successivi alla procedura e le articolazioni riprendono progressivamente la loro piena funzionalità; questo ritarda la necessità di sottoporsi a interventi chirurgici e migliora la qualità della vita. 

Vorresti parlare con i nostri professionisti?