Rottura della cuffia dei rotatori

Le lesioni a carico della cuffia dei rotatori sono causate da stress meccanici di sovraccarico, ma anche dall’alterazione delle caratteristiche elastiche del tessuto stesso a causa di processi infiammatori e degenerativi. Le lesioni possono essere parziali o a tutto spessore; l’intervento chirurgico –non sempre necessario– è nella maggior parte dei casi in artroscopia.

#Medicina_Rigenerativa

Nonostante gli avanzamenti delle tecniche chirurgiche, il tasso di ri-rottura è alto dopo un intervento di riparazione a causa delle scarse capacità rigenerative del tendine che viene sostituito da tessuto fibroso con proprietà meccaniche inferiori. L’utilizzo della medicina rigenerativa può favorire una corretta e rapida guarigione tendinea riducendo il tasso di recidiva post-chirurgica e potenziando la funzionalità lungo-termine del tendine riparato. Diminuisce inoltre il dolore post-operatorio.

#No_Dolore

La chirurgia della spalla è associata a dolore moderato o severo nel post-operatorio. È possibile effettuare un’analgesia post-operatoria attraverso il blocco del plesso brachiale. L’estrema precisione del blocco loco-regionale è garantita dalla guida ecografica che garantisce il cento per cento dell’efficacia.

#Fast_Track

Una tecnica che consente un controllo ottimale del dolore, senza influire sulla capacità motoria, è uno strumento prezioso per migliorare il percorso post-operatorio e garantire un più veloce e benefico recupero. La mini-invasività del gesto chirurgico unita all’anestesia loco-regionale permette la realizzazione dei percorsi ERAS (Enhanced Recovery After Surgery) e FTS (Fast Track Surgery).



Hai qualche dubbio o curiosità?

Compila il form a lato con le informazioni richieste.





CONSENSO alla COMUNICAZIONE COMMERCIALE